Antico governatore dei Paesi Bassi: tutte le curiosità sullo Statolder

1 mese ago Valentina Commenti disabilitati su Antico governatore dei Paesi Bassi: tutte le curiosità sullo Statolder

Lo Statolder fu per diversi anni una carica molto importante per quanto riguarda il governo dei Paesi Bassi, assumendo così un ruolo di grande importanza. Nei prossimi paragrafi vi sarà possibile scoprire come nacque questa carica governativa, che ruolo ricoprisse concretamente e quali furono gli Statolder che si susseguirono negli anni. 

Chi è lo Statolder?

Lo Statolder indica una carica governativa che esisté nei Paesi Bassi in un periodo che risale alla seconda metà del XV secolo, più precisamente a partire dal 1795. Con lo Statolder veniva quindi indicato il luogotenente del governatore, che in seguito all’indipendenza della Repubblica delle Sette Provincie Unite divenne luogotenente degli Stati Generali.

Curiosità e storia dello Statolder

La carica di Statolder fu per la prima volta abolita nel 1654, a seguito delle clausole presenti nel trattato di Westminster, varato con il Commonwealth di Cromwell. In seguito lo Statolder fu però ripristinato nuovamente con l’arrivo al potere di Guglielmo III d’Orange, nel 1672. Nel 1702 lo Statolder verrà poi nuovamente abolito, per poi essere ancora una volta ripristinato nel 1747, diventando una vera e propria carica ereditaria di governatore di tutte le Provincie. Lo Statolder verrà però nuovamente abolito durante il periodo della Rivoluzione Francese, quando la Francia prese il controllo dei territori dello Statolder, precisamente nel periodo che va dal 1794 al 1795. Si può affermare che l’ultimo Statolder della Repubblica delle Sette Provincie Unite fu Guglielmo V D’Orange. Questa carica di Statolder aveva preso nel tempo un potere sempre maggiore e proprio per questo motivo, poiché il potere si trovava accentrato nelle mani di una sola persona e per questo ritenuto pericolosa, venne presto abolita. Infine lo Statolder cessò totalmente di esistere quando nel 1815, durante il Congresso di Vienna venne creato il Regno Unito dei Paesi Bassi, a capo del quale venne nominato Guglielmo I dei Paesi Bassi. Solo il Lussemburgo rimase fuori dal Regno Unito dei Paesi Bassi, dichiarandosi così indipendente e continuando così ad essere governato dagli Orange. Si può dunque dire che la carica di Statolder continuò ad esistere in Lussemburgo fino al 1890, quando a causa dell’assenza di eredi maschi all’interno della dinastia degli Orange, questi ultimi persero la loro carica definitivamente.