Cane da caccia inglese: caratteristiche e cosa mangia il Pointer

4 settimane ago Valentina Commenti disabilitati su Cane da caccia inglese: caratteristiche e cosa mangia il Pointer

Se siete amanti della caccia, oppure di quelle razze canine predisposte a questo tipo di attività, allora sicuramente avrete sentito parlare del Pointer inglese. Si tratta infatti di una delle razze canine maggiormente nota nel mondo dei cani da caccia e nei prossimi paragrafi, avrete modo di scoprire più a fondo di che tipo di cane si tratta e quali siano le sue caratteristiche e particolarità.

Di cosa si tratta

Come già ho precedentemente affermato, il Pointer è uno dei cani da caccia maggiormente conosciuti ed allo stesso tempo, tra i più apprezzati da coloro prediligono tra le razze canine, quelle adatte alla caccia. Il Pointer viene considerato un ottimo cane da caccia, così come altre razze canine come il Setter inglese, il Setter irlandese, il Bracco italiano ed altri cani, che hanno la particolarità di bloccarsi ed immobilizzarsi nel momento in cui individuano una preda. Proprio per questo motivo, questa tipologia di cani viene chiamata anche con il nome di ” cani da ferma“, dove “ferma” sta ad indicare questo loro comportamento di immobilizzazione totale alla vista della preda.

Le sue principali caratteristiche

Il Pointer è un cane di taglia media, molto agile e forte ma contemporaneamente, aggraziato nei movimenti e molto elegante. Si tratta di un cane dall’olfatto molto fine, caratteristica che lo rende ulteriormente indicato per la caccia. Lo standard di questa razza canina prevede un’ altezza al garrese che varia in base al sesso del cane; i maschi infatti raggiungono un’altezza che varia dai 63 ai 69 cm, mentre le femmine possono essere alte dai 61 ai 66 cm. Il pointer può presentarsi in diverse tipologie di colori: bianco, nero focato, nero, fulvo, rosso, marrone, oppure ancora bianco con delle macchie dei colori appena citati. Il suo muso è squadrato, con il tartufo leggermente all’insù di colore nero. Le sue orecchie sono di forma tendenzialmente triangolare, morbide, sottili e pendenti. I suoi occhi sono tondi, grandi, di color giallo ocra. Gli arti del Pointer invece sono parecchio muscolosi e sviluppati. Infine il suo manto è raso, liscio e lucido. Il carattere del Pointer inglese è molto particolare, in quanto per natura si tratta di un cane piuttosto timido e riservato, questo però non significa affatto che non sia un cane adatto a vivere in famiglia. Al contrario, questo cane può creare uno stretto legame con la famiglia ed in particolare con il suo padrone, ma per fare ciò necessita di attenzioni da parte dell’uomo, così che possa vivere a stretto contatto con lui, vincendo la sua timidezza. Inoltre il suo carattere docile lo rende un ottimo compagno di giochi per i bambini, con i quali si mostra paziente ed affettuoso. Se si desidera avere un Pointer in famiglia, bisogna infine tenere conto della sua agilità e del suo conseguente bisogno di fare movimento e di sfogarsi. Il Pointer avrà quindi bisogno di stare in spazi aperti e di fare quotidianamente delle lunghe passeggiate.

Cosa mangia

Il Pointer inglese non necessita di particolari attenzioni riguardo alla scelta degli alimenti che può consumare. E’ sempre però importante ricordare che se questo cane viene utilizzato per la caccia, nel periodo di quest’ultima necessità di un’alimentazione più ricca rispetto al solito, così che possa assumere le calorie a lui necessarie, mantenendosi così in forze.