Come curare l’Escherichia Coli? Sintomi, cause e contagio

4 settimane ago Serena B. Commenti disabilitati su Come curare l’Escherichia Coli? Sintomi, cause e contagio

Gli Escherichia Coli sono batteri parte della flora intestinale, generalmente benigni fino al momento dell’acquisizione di elementi genetici in grado di trasformarli in minacce virulente. Alcuni ceppi patogeni di Escherichia Coli possono comportare sintomi come diarrea e cistiti a carattere occasionale, ma anche più ricorrente e pericoloso per la salute.

Escherichia Coli: di che cosa si tratta? Caratteristiche e sintomi

I batteri presenti all’interno della flora intestinale, chiamati Escherichia Coli, possono comportare alcune complicazioni in caso di una contaminazione da parte di elementi genetici. La loro presenza viene rilevata attraverso un semplice test delle urine, in conseguenza a sintomi quali infezioni urinarie e diarrea. 

La presenza dei batteri nel tratto intestinale comprende la parte anatomica del tratto urinario, comportando disturbi più o meno gravi a seconda dell’infezione contratta. Gli Escherichia Coli possono rappresentare un problema sia per i soggetti femminili, sia per i soggetti maschili, comprendendo diverse cause e fattori di rischio.

Cause e fattori di rischio

Tra le cause e i fattori di rischio dell’Escherichia Coli si trovano fattori endogeni o fattori esogeni. I fattori endogeni comprendono una serie di cause legate al funzionamento del tratto intestinale, sfociando in pruriti più o meno intensi nelle aree genitali. I fattori esogeni invece comprendono cause esterne, ad esempio il contagio tramite rapporti sessuali non protetti, oppure una scarsa igiene intima.

Come trattare l’Escherichia Coli

Per diagnosticare l’Escherichia Coli è sufficiente un esame delle urine, grazie al quale vengono individuati i valori dei batteri concentrati all’interno della flora intestinale alla base dell’infezione del tratto urinario. La manifestazione dei sintomi richiede la valutazione da parte del proprio medico curante e spesso l’assunzione di specifiche terapie farmacologiche.

Generalmente, le infezioni da Escherichia Coli, vengono trattate con l’assunzione di antibiotici come la fosfomicina prescritta soprattutto in caso di cistite. Anche il farmaco Monuril viene spesso associato al trattamento contro gli Escherichia Coli nonostante una certa resistenza da parte dell’organismo. Anche i farmaci a base di fluorochinoloni si dimostrano efficaci nel trattamento delle infezioni a carico delle vie urinarie, dimostrandosi in grado di inibire la proliferazione dei batteri.

Tra i trattamenti naturali si trovano invece validi supporti nel miele di Manuka, ad azione depurante e rinforzante per il sistema immunitario; l’aceto di mele, ma anche curcuma e aglio per ridurre sensibilmente il decorso dei sintomi; mirtillo rosso, sesamo, cannella ed estratti di semi di pompelmo. Tra gli alimenti da evitare in caso di infezioni causate dagli Escherichia Coli si trovano lo zucchero, formaggi, insaccati, cibi piccanti e alcolici.