Come togliere l’antitaccheggio dai vestiti acquistati?

2 mesi ago Redazione online Commenti disabilitati su Come togliere l’antitaccheggio dai vestiti acquistati?

A volte può capitare che un cassiere dimentichi di togliere l’antitaccheggio da un vestito (o da qualche altro articolo di abbigliamento), ma non serve necessariamente tornare al negozio per toglierlo.

Come funziona un antitaccheggio

I sistemi antitaccheggio si sono diffusi sempre di più, negli ultimi anni, e solo la loro presenza ha ridotto i furti, nei negozi, del 60 %.

Per antitaccheggio ci si riferisce a un dispositivo elettronico, che viene posto all’uscita di un negozio o locale, oppure sui vestiti, che serve a monitorare i prodotti che non sono stati pagati.

Sono diverse le tecnologie usate per realizzarlo ma, principalmente, il loro funzionamento è simile: un’antenna nel varco o nella spilla capace di emettere un allarme, se si esce dal negozio con una di esse. Attualmente, questi dispositivi possono essere inseriti dovunque. Tuttavia, se dovesse mancare la corrente è ovvio che questi sistemi non funzioneranno.

Come si toglie l’antitaccheggio

Nel caso che il commesso non abbia tolto l’antitaccheggio, per toglierlo ci sono diversi sistemi. Uno di questi, è di usare il cacciavite a testa piatta (il più sottile che si riesce a reperire): in questo caso, si appoggia il vestito sul pavimento, mettendo il lato rettangolare della placca in su, infilando il cacciavite lungo il bordo della piramide e la si preme con forza. In questo maniera, nella plastica dovrebbe formarsi un foro, intorno al bordo della piramide, finché non si riesce a rimuovere quest’ultima del tutto.

Una volta rimossa la piramide, si può togliere anche la carta argentata che ricopre la placca metallica. Si riprende il cacciavite e si sollevano le piccole lingue metalliche, che trattengono il perno. Tolto anche questo, l’antitaccheggio si può rimuovere dall’abito.

Un altro metodo efficace è colpire la placchetta: dopo aver tirato in maniera delicata la placchetta dal vestito, in modo da rallentarlo, per poi colpire la cartuccia ad inchiostro con un chiodo largo. Con una ventina di colpi, si dovrebbe aprire.

Se si hanno delle pinze a becco, si può afferrare con essa il lato rettangolare della placchetta, dopo aver rivolto la cartuccia ad inchiostro in su, e prendere l’altro lato con un’altra pinza, facendo in modo di piegarla da entrambi i lati, senza usare troppa forza, e continuare così finché la placca non si aprirà. A questo punto, si potrà togliere il perno, perché sarà allentato.

Si può togliere l’antitaccheggio mettendo l’abito nel congelatore, che congela anche l’inchiostro all’interno della placchetta, in modo da non rovinare il vestito, togliendola con le mani, con delle pinze o degli elastici.

Ci sono degli antitaccheggi che non hanno un perno d’inchiostro, ma un elettromagnete, e per toglierla si può provare a:

  • mettere qualcosa tra la parte superiore del perno e la placca, in modo che si rallenti, per poi romperlo;
  • bruciare la placca, usando un accendino sulla sua “cupola”, per poi rimuovere il pezzo bruciato con un coltello o qualcosa di simile.