Congiuntivite allergica: di cosa si tratta? Come si manifesta?

5 mesi ago Valentina Commenti disabilitati su Congiuntivite allergica: di cosa si tratta? Come si manifesta?

Avete spesso infiammazioni agli occhi, che vi procurano prurito, bruciore, arrossamento e gonfiore, ma non sapete quale sia la causa di tutto ciò? Allora siete nel posto che fa al vostro caso! Qui di seguito infatti vi sarà spiegato cos’è la congiuntivite allergica, spesso causa dei sintomi che ho precedentemente citato. Inoltre in questo articolo vi sarà data la possibilità di scoprire le diverse modalità con cui questo disturbo di manifesta, così che possiate capire se questo sia davvero la causa della vostra infiammazione oculare. 

Di cosa si tratta

Quando parliamo di congiuntivite allergica, intendiamo un’ infiammazione dell’occhio, in particolare della congiuntiva, che viene causata da un allergene, che può essere rappresentato da diverse sostanze. Alcune di queste sostanze le si trova nell’ambiente a noi circostante, in natura, come ad esempio i pollini o altri elementi naturali che possono provocare reazioni allergiche ; altre volte invece si tratta di sostanze artificiali, chimiche, che noi stessi introduciamo nei nostri occhi, come le soluzioni per le lenti a contatto. La congiuntivite allergica colpisce quindi molte delle persone che soffrono di alcune allergie, provocando a loro un disturbo molto fastidioso, che può essere contrastato grazie all’utilizzo di farmaci specifici come gli antistaminici, oppure farmaci a base di cortisone. I principali sintomi della congiuntivite allergica sono il prurito ed il bruciore oculare, accompagnati da un evidente arrossamento, gonfiore delle palpebre e talvolta poca tolleranza alla luce. 

Come si manifesta

Il base alle modalità con cui si manifesta ed ai suoi sintomi principali, la congiuntivite allergica viene distinta in due diverse tipologie principali: congiuntivite allergica acuta e congiuntivite allergica cronica. Per quanto riguarda la congiuntive allergica acuta, questa si manifesta con un forte prurito e bruciare oculare, ma l’elemento che la caratterizza maggiormente è la presenza di un evidente gonfiore oculare. Questo tipo di congiuntivite allergica, se contrastata con degli antistaminici o farmaci appositi, solitamente si risolve in poco tempo, riuscendo così a farne scomparire i sintomi. Nel caso della congiuntivite allergica cronica, invece, i sintomi sono sempre arrossamento e bruciore oculare, che si manifestano però con una minore intensità, ma che si prolungano maggiormente nel tempo. Spesso questo tipo di congiuntivite viene accompagnato dalla difficoltà da parte di chi ne soffre, nel guardare la luce e per cercare di eliminare i fastidiosi sintomi di essa, oltre a utilizzare farmaci antistaminici e a base di cortisone, è indispensabile individuare l’allergene responsabile di questa reazione, per riuscire ad evitare ogni tipo di contatto con esso. Oltre a queste due macro categorie di congiuntivite allergica, esistono poi altri sottogruppi di essa, che vengono distinti tra di loro in base alle particolari cause scatenanti. Una in particolare  è la congiuntivite allergica causata dall’utilizzo delle lenti a contatto, che prende il nome di congiuntivite allergica gigantopapillare. I sintomi principali di questa particolare tipologia di congiuntivite allergica sono prima di tutto l’intolleranza delle lenti a contatto, accompagnata da prurito , arrossamento, difficoltà nel tollerare la luce e secrezioni a livello delle mucose oculari.