Categorie
Cultura

Creature mitologiche: quali sono le più famose? Storia e leggende

La mitologia è uno di quei campi di studio che affascinano da sempre chiunque si approcci ad essi. Questo perchè dalla mitologia derivano moltissime leggende che ancora oggi si trovano nelle profonde radici della società e che spiegano l’origine di molti fenomeni, seppur non in modo veritiero.I miti sono davvero moltissimi e le creature mitologiche ad essi associate anche, ma alcune sono decisamente molto conosciute e la loro storia si è diffusa in tutto il mondo a macchia d’olio.

L’importanza della mitologia

La mitologia e le creature mitologiche sono l’equivalente antico delle religioni di oggi. E’ dai miti greci e romani che vengono tratte le storie e le leggende più famose che poi si intrecciano, con il passare dei secoli e della storia, con le religioni. Lo studio della mitologia greca è per questo importantissimo, per conoscere le nostre radici e la nostra derivazione.

Se gli studiosi di mitologia conoscono perfettamente tutti i miti e la loro origine, molti però sono coloro che conoscono alcune delle storie e leggende più famose. Talvolta non si sa nemmeno di conoscere alcuni miti, fino a quando non ci si rende conto che alcune storie ormai entrate nel tessuto sociale e nell’immaginario collettivo, derivano da essi.

Creature mitologiche famose

Fin dai primi anni di studio si imparano a conoscere le storie che riguardano il mondo greco e dunque i miti che lo circondano. Una delle prime storie mitologiche a cui ci si approccia è senza dubbio quella del Minotauro nel palazzo di Cnosso, a Creta. La storia del Minotauro, creatura mostruosa nata dall’incesto fra la moglie del re Minosse e un toro, è uno dei miti più famosi.

Il Minotauro è un essere mostruoso dal corpo umano e la testa di toro che si ciba di persone. Per questo motivo il re decise di imprigionarlo all’interno di un labirinto costruito dall’architetto Dedalo, nel palazzo di Cnosso. Ad uccidere il Minotauro ci penserà poi Teseo, che invece scapperà dal labirinto grazie all’aiuto di Arianna.

Un altro mito molto conosciuto e che negli anni ha ispirato moltissimi scrittori e non solo, è quello delle sirene. Inizialmente le sirene della mitologia erano rappresentate come esseri mezze donne e mezzo uccello e non pesce come si pensa. La versione che vede le sirene come mezze donne e mezze pesce, è una versione solamente secondaria entrata nell’immaginario collettivo soprattutto grazie all’Odissea.

E’ infatti Ulisse che durante il suo viaggio lungo dieci anni incontrerà le sirene, esseri mezze donne e mezzo pesce che attirano i navigatori con il loro canto, facendoli naufragare tra le rocce. L’astuto Ulisse si fece legare all’albero maestro della nave, cosicché il canto delle sirene non potesse indurlo a dirigere la nave verso il naufragio.

Un mito altrettanto celebre è quello di Medusa, la terribile donna con i capelli di serpente che trasformava in pietra chiunque la guardasse negli occhi. A sconfiggere la terribile creatura mitologica fu Perseo, che grazie all’astuzia riuscì a far specchiare Medusa nel suo scudo ed ella, vedendo se stessa, rimase di pietra.