Categorie
Notizie

Dai giochi online agli e-commerce: ecco i settori con la crescita maggiore nel post Covid

Gli e-commerce e i servizi online esistono ormai da parecchio tempo ma con l’avvento di questa pandemia di Covid il boom è stato inevitabile per svariate motivazioni: in primis, ovviamente, la necessità di acquistare beni di consumo senza doversi spostare da casa.

Ciò ha consentito una maggiore fruibilità ma ha spesso messo i portali in condizione di dover riorganizzare il loro spazio virtuale per offrire, ad esempio, consegne più veloci e capillari, varietà maggiore di offerte e magari anche scontistiche dedicate al fine di soddisfare la richiesta sempre maggiore.

Giochi online: Casinò online, Poker e giochi di strategia ecco cosa è cambiato

Tra i servizi più apprezzati dagli utenti non mancano neanche quelli dedicati allo svago e all’intrattenimento online: in tal senso, molti hanno riscoperto i casinò online, il poker e giochi di strategia.

Nel 2020, il mercato globale dei giochi online ha avuto una crescita record del 21,9% rispetto all’anno precedente un risultato davvero incredibile.

Questa spinta è stata ovviamente dovuta all’epidemia globale di COVID-19, che ha costretto quasi tutto il mondo a rimanere a casa e ad esplorare nuove vie di intrattenimento digitali e trovare nuovi canali per connettersi con gli altri.

Attualmente, ci sono circa 1 miliardo di giocatori online in tutto il mondo con Cina, Corea del Sud e Giappone che hanno la più grande portata di gioco online tra la popolazione. Nel 2025, si prevede che il pubblico dei giochi online supererà 1,3 miliardi.

I primi due in Italia hanno subito un incremento dovuto alla chiusura delle slot nei bar, invece il terzo la gente avendo più tempo a disposizione ha iniziato a ricercare nuovi modi di intrattenimento aiutando così al boom dei giochi online.

Dal semplice gioco della schedina alla roulette adesso è possibile farlo online, però non dimentichiamo che in casi di boom come questi oltre alla crescita di molti nuovi portali è possibile imbattersi anche in molte frodi.

Per questo è importante poter scegliere solo i siti autorizzati dagli organi di controllo e vigilanza AAMS. Infatti è facilissimo imbattersi in liste che ti indicano i siti di casinò autorizzati AAMS.

Ma anche realtà quali CAF e servizi di Patronato hanno conosciuto un momento di grande espansione sui rispettivi siti web, dovendo comunque rispondere alle esigenze di un’utenza che necessita la compilazione della dichiarazione dei redditi o comunque il pagamento di diversi tipi di tasse.

Istituzioni universitarie, dedicate alla finanza (come banche e istituti di credito) e servizi di ogni tipo hanno organizzato il proprio sito (o ne hanno persino creato uno ad hoc) per sopperire alle domande di coloro i quali dovevano comunicare con tali realtà magari inviando documentazione o informandosi sulla situazione attuale.

E-commerce… anche qui numeri da capogiro!

Tra i primi e-commerce ad aver avuto l’eco maggiore figurano senz’altro i supermercati automatizzati e i negozi di generi alimentari: a più di un anno dall’inizio della pandemia, fare la spesa online è diventata un’abitudine molto più che in tempi passati.

Il vantaggio è quello di avere praticamente gli scaffali del supermercato sul proprio PC (o persino smartphone) con i prodotti noti chiaramente indicati e non ci si dovrà recare in auto fino al discount, magari sollevando anche buste molto pesanti.

A livello di acquisti, poi, sono molto organizzate anche le farmacie che offrono un ventaglio di scelta ampio tra i prodotti cosiddetti da banco, ovvero che non necessitano di ricetta medica: per acquistare un semplice analgesico, un antiacido o persino dei cosmetici naturali è sufficiente cliccare sulla categoria corrispondente e si può trovare davvero di tutto.

Elettrodomestici, prodotti di elettronica e persino strumenti di precisione a scopo industriale possono sembrare più complicati da reperire online senza margine di errore, ma la verità è che più il portale è organizzato bene, con foto, descrizioni e schede tecniche, meno sono le possibilità di vedersi recapitare a casa il bene sbagliato: un buon servizio clienti pre e post vendita, comunque, è quasi sempre presente e rappresenta un grosso supporto, in tal senso.

Persino gli abiti e le scarpe, che notoriamente si predilige provare nei negozi fisici, sono coadiuvati da guide alle taglie complete di scale di misurazione, fasce di età e persino suggerimenti da parte degli utenti che hanno già acquistato e che magari possono suggerire di affidarsi a una taglia più grande o più piccola a seconda di come “calza” l’indumento o la scarpa.

Infine, da non dimenticare sono gli articoli sportivi di ogni genere, soprattutto nel momento in cui palestre e centri dedicati erano ancora chiusi: ancora oggi, si possono acquistare le pratiche e-bike, gli sci e l’abbigliamento per il mare semplicemente riferendosi al portale giusto e in pochi clic.