Dieta chetogenica: fa bene o fa male? Il menù settimanale

2 mesi ago Serena B. Commenti disabilitati su Dieta chetogenica: fa bene o fa male? Il menù settimanale

All’interno del campo alimentare si trovano moltissime diete ipocaloriche spesso responsabili di pro e contro per la salute dell’organismo. Tra i regimi alimentari dimagranti più seguiti non si può fare a meno di nominare anche la dieta chetogenica. Come funziona e su quali alimenti si basa nello specifico? La dieta chetogenica promuove un aumento del volume della massa muscolare magra, particolarmente seguita dagli sportivi. Scopriamo insieme il menù settimanale e i suoi effetti nei paragrafi successivi.

Il menù settimanale della dieta chetogenica

La dieta chetogenica non rispetta le normali ripartizioni della dieta Mediterranea e prevede un apporto complessivo di circa 900-1200 calorie giornaliere. Tra gli alimenti concessi si trovano soprattutto proteine, verdure, formaggi e l’eventuale aggiunta di integratori. Il regime alimentare ipocalorico favorisce non soltanto il dimagrimento ma anche l’aumento del volume della massa muscolare magra.

Alla base dei processi della dieta chetogenica si trovano un incremento dello sforzo muscolare, bruciando maggiori calorie al fine di stimolare la produzione di ormoni, metaboliti e la scissione delle proteine. Il menù settimanale prevede:

  • Colazione: caffè o tè o 1 tazza di latte scremato; in alternativa una tazza di latte scremato con un cucchiaio di crusca d’avena, oppure 200 grammi di formaggio magro o 3 uova lavorate in frittata.
  • Spuntino di metà mattinata: uno yogurt magro senza zucchero; oppure 2 fette di fesa di pollo o tacchino cotte alla griglia.
  • Pranzo: 200 grammi di pesce; in alternativa 150 grammi di carne alla griglia, oppure 2 uova sode con contorni di verdure miste di stagione non fritte.
  • Cena: 150 grammi di carne magra; oppure 200 grammi di pesce con verdure.

Al termine del periodo di dimagrimento la dieta chetogenica prevede un regime alimentare di mantenimento dove vengono integrati anche carboidrati e zuccheri, in modiche quantità da rispettare.

Benefici e controindicazioni del regime alimentare

Come tutte le diete ipocaloriche più ferree anche il regime alimentare chetogenico presenta diversi parerei contrastanti per la salute dell’organismo. La dieta chetogenica viene generalmente consigliata per periodi brevi agli sportivi, ai soggetti affetti da obesità. Il menù settimanale permette senza ombra di dubbio di perdere peso velocemente, in abbinamento alla necessità di uno stile di vita sano e all’attività fisica.

La dieta chetogenica può presentare effetti collaterali e controindicazioni anche gravi dal punto di vista della salute dell’organismo. L’eliminazione dei carboidrati può provocare ipoglicemia e disturbi gastro-intestinali, ma anche svenimenti e cali di zuccheri, stipsi per il ridotto apporto di fibre, colesterolo LDL alto a causa dell’assunzione elevata di formaggi e latticini.