Esterino Montino: quale è il suo credo politico?

9 mesi ago Redazione online Commenti disabilitati su Esterino Montino: quale è il suo credo politico?

Esterino Montino è presente sulla scena politica italiana da circa un ventennio. Dopo gli inizi di carriera che lo hanno visto ricoprire dei ruoli di un certo spessare in ambito sindacale, l’attuale sindaco di Fiumicino ha sposato la causa politica del Partito Democratico, che lo ha affiancato in questo cammino e che a sua volta si è visto, chiaramente, da lui sostenere. In precedenza ha militato tra le fila dei Democratici di Sinistra e dell’Ulivo, confermando la sua derivazione idealista da ambienti che traevano la loro ispirazione dall’esperienza del Partito Comunista Italiano (PCI).

Da libero professionista che ha deciso non solo di perseguire la strada della carriera politica ma anche di mettere a frutto le competenze acquisite negli studi aprendo un’azienda agricola, Esterino Montino sembra confermare nei fatti di essere un uomo coerente. Amante degli animali, della natura e dotato di forti ideali nell’ambito del vivere civile, l’uomo politico di cui stiamo parlando pare aver mantenuto la retta via non venendo meno ai valori dell’uomo che Montino mette in pratica nella sua vita privata.

Esterino Montino è un uomo che crede nel valore della persona, nella solidarietà sociale, e che ha grande rispetto per l’ambiente e per la vita animale. Con la sua attività di Senatore della Repubblica si è mantenuto fedele a questi ideali che sempre hanno caratterizzato il suo cammino politico e che gli hanno permesso di mettere in primo piano l’essere umano ed i suoi diritti., innanzitutto schierandosi apertamente contro le mafie.

Ecco così che, come riportato anche dal sito ufficiale del Senato della Repubblica (vedi la scheda di Esterino Montino), si scopre che è stato uno dei firmatari di diversi Decreti Legislativi tra i quali quelli relativi al riconoscimento giuridico delle Unioni Civili, alle norme sulla partecipazione politica e amministrativa e voto agli stranieri, ai diritti politici dello straniero in Italia, alla tutela e garanzia dei diritti delle vittime di reato, alle disposizioni generali in materia di promozione delle attività cinematografiche e audiovisive, e all’istituzione del Giorno del Ricordo dedicato ai civili e militari caduti in missioni internazionali.

Tutti provvedimenti, quelli che abbiamo elencato, che hanno al centro i diritti di persone (vive o no, cittadini italiani o no) le cui esigenze e la cui memoria spesso vengono ancora oggi calpestate e/o negate. In quest’ottica si può leggere quel fil rouge che Esterino Montino ha tenuto vivo durante il suo mandato da sindaco, impegnandosi a favore delle persone dei più giovani (con il progetto “La Città dei Bambini”), a favore delle donne vittime di violenza e, ancora una volta, a favore delle Unioni Civili.

Il suo amore per la natura e per gli animali si riflette nel programma politico coerentemente stilato (facendo ancora riferimento alla sua vita privata) per il suo primo mandato di sindaco di Fiumicino: ad esempio, con la lotta all’inquinamento tramite un programma di monitoraggio della costa e delle acque marine e con le battaglie condotte contro i circhi che sfruttano gli animali.