Categorie
Cucina

Formaggio magro: tipologie, calorie e prezzi

La tradizione culinaria del nostro paese parla chiaro e attraverso tantissime tipologie diverse di sapori. Ad avere un ruolo d’onore nel folklore tricolore è senz’altro il formaggio, uno degli alimenti più versatili e più apprezzati dagli italiani. Gli amanti del formaggio sono davvero tanti e altrettanto numerosi, sono coloro che vogliono tenersi in forma e in salute mangiando leggero e magro, ma che non hanno intenzione di sottrarsi ai piaceri di questo fantastico alimento. Alcuni tipi di formaggi possono davvero considerarsi magri? Sebbene non rientrino tra i cibi più indicati in una dieta ipocalorica o in un’alimentazione particolarmente attenta ai grassi e alle calorie, uno strappo alla regola (nella maggior parte dei casi, ma non in tutti), non è un gran peccato. Inoltre, alcuni formaggi sono in grado di fungere da compromesso in questa dura lotta tra linea e sapore. I formaggi che possono essere definiti “magri” sono quelli con una percentuale di materia grassa che si aggira intorno al 20% e non oltre il 30-35%.

Quali sono i formaggi magri?

Il mondo dei formaggi è davvero particolare. Tra i prodotti più apprezzati e venduti, infatti, ci sono anche molti formaggi con una quantità di grasso davvero bassa. Ecco un piccolo elenco dei formaggi magri che sono ugualmente riusciti a fare breccia nei cuori (e nei palati) di tutti gli appassionati.

  • Ricotta;
  • Scamorza affumicata;
  • Feta;
  • Formaggio di capra;
  • Fiocchi di latte;
  • Quark;
  • Primo sale;

Tuttavia, bisogna considerare che molti dei formaggi più richiesti e prodotti, hanno anche delle versioni light, che in fase di produzione sono state trattati con latte scremato. Di questo saranno felici, senza dubbio, i numerosissimi appassionati del formaggio più apprezzato al mondo, la mozzarella. Stesso discorso vale per il grana e alcuni formaggi spalmabili.

Apporto calorico dei formaggi magri

Il caso della ricotta è davvero particolare, in quanto, per 100 grammi di prodotto il carico di calorie si aggira intorno a 100-120. Pare incredibile un dato del genere per un formaggio il cui sapore è completo e soddisfacente. Per quanto riguarda la “magrezza” degli altri formaggi magri, è bene non essere troppo pretenziosi. Alcuni arrivano anche a 300 calorie per 100 grammi, pur trattandosi di formaggi definiti “magri”. Tuttavia, è anche giusto considerare l’apporto proteico, quello dei minerali e delle vitamine. Sotto certi punti di vista, il formaggio risulta essere un alimento molto salutare, anche se il suo consumo eccessivo può essere dannoso per chi soffre di alcune patologie come colesterolo alto o obesità.

I prezzi dei formaggi magri

Niente paura. I formaggi magri, proprio come quelli grassi o semi grassi, hanno costi estremamente variabili, che vanno dai pochi euro alle centinaia di euro in casi limite di lavorazioni particolari. Vengono acquistati nei supermercati, nei caseifici o nelle produzioni artigianali. Il prezzo dei formaggi dipende da molteplici fattori che possono essere:

  • Tipo di lavorazione;
  • Stagionatura;
  • Materie prime;
  • Manodopera.