Francesca Piccinini: biografia e carriera della pallavolista

2 mesi ago Valentina Commenti disabilitati su Francesca Piccinini: biografia e carriera della pallavolista

Francesca Piccinini è una nota pallavolista italiana, con una vita e soprattutto una carriera colma di particolarità e svolte importanti. Nei prossimi paragrafi, a questo riguardo, cercheremo di ripercorrere insieme le tappe fondamentali della sua vita, ma soprattutto quelle della sua carriera, che passo dopo passo l’ha portata ad avere il successo e la fama di cui oggi può vantare.

La sua biografia

La pallavolista italiana Francesca Piccinini nasce il 10 Gennaio del 1979 in Toscana, più precisamente a Massa. Fin da piccola si avvicina al mondo della pallavolo, alla quale si dedica con passione. Già all’età di 12 anni la Piccinini entra a far parte della squadra giovanile del Robur Massa, che militava nel campionato di serie D. In seguito, nel 1992, la pallavolista passa alla prima squadra, che milita invece in campionato di serie B1.

La sua carriera

La prima grande svolta nella carriera della Piccinini avviene nel 1993, quando per la prima volta a soli quattordici anni gioca per un team di seria A1. L’anno successivo, la pallavolista si ritrova invece a giocare in serie A2, a causa della retrocessione della Carrarese, squadra per cui lei gioca. L’anno 1995 segna poi un altro step importantissimo all’interno della carriera della Piccinini, in quanto per la prima volta viene convocata dalla Nazionale, debuttando ufficialmente il 10 giugno di quell’anno nella partita contro gli Stati Uniti.

L’anno seguente, nel 1996, vince il campionato europeo di categoria della Nazionale Juniores. Nel 1998, alla giovanissima età di 19 anni e mezzo, la Piccinini prende un’importante decisione per dare una svolta alla sua carriera. Decide infatti di lasciare l’Italia alla volta del Brasile, dove viene ingaggiata dal Paranà Volei Clube, dove raggiunge il secondo posto nella Superliga. Nel 1999 decide poi di tornare in Italia, dove giunge al terzo posto nei Campionati Europei.

La svolta decisamente più importante e significativa all’interno della sua carriera avviene senza dubbio nel 2002, quando vince i Mondiali nella Nazionale allenata da Marco Bonitta. Grazie a questa importantissima vittoria, la Piccinini e le sue compagne di squadra ricevono L’Onorificenza di Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana. Nel 2004, oltre a proseguire con la sua carriera da pallavolista, la Piccinini acquisisce ulteriore notorietà posando senza veli per un calendario, in uscita con la rivista maschile “Men’ s Health”.

Nel 2007 invece si aggiudica la Coppa del Mondo, mentre nel 2008 con la Nazionale Italiana conquista un altro importante trofeo, il Trofeo Valle d’Aosta. Nello stesso anno invece, con Bergamo è protagonista della vittoria della sua seconda Coppa Italia e nell’anno 2009, della sua terza Champions League. Nel 2011 poi, la Piccinini raggiungerà nuovi traguardi vincendo la sua terza Supercoppa Italiana ed il suo quarto scudetto.

Sempre nel 2011, la Piccinini prova anche l’esperienza di svolgere il ruolo di attrice nel film “femmine contro maschi” ed appare nella copertina di Playboy. Il suo ruolo di attrice la porterà ad avere l’opportunità di condurre lo show comico di Colorado, lavorando così per Italia 1. Infine, nell’autunno del 2014, la Piccinini capitanerà la Nazionale Italiana nei mondiali, ancora una volta allenata da Marco Bonitta. In questi mondiali purtroppo la Nazionale viene battuta 3-1 dalla Cina ed in seguito dal Brasile.