Gallipoli calcio: cos’è, storia del club e prospettive future

1 mese ago Valentina Commenti disabilitati su Gallipoli calcio: cos’è, storia del club e prospettive future

Sicuramente i tifosi locali di Gallipoli conoscono bene la storia di questa società calcistica, i suoi successi ed i suoi insuccessi dalle origini, fino ad arrivare ai giorni nostri. Nei prossimi paragrafi cercheremo di spiegare che cosa sia il Gallipoli calcio e di ripercorrere le tappe più importanti della sua storia. 

Che cos’è?

Il Gallipoli calcio 1909, è una società calcistica Dilettantistica meglio conosciuta come Gallipoli, che ha sede nell’omonima città, in provincia di Lecce. La società è stata rifondata più volte nel corso degli anni, la prima volta nel 1946 e l’ultima nel 2010. Nell’anno 2009-2010 il Gallipoli ha vinto per la prima volta nella sua storia il campionato di serie B.

Ciò nonostante, in passato è riuscito a conquistare una Coppa Italia serie C nel 2005/2006 ed una Supercoppa di Lega di Prima Divisione nel 2009. I colori della squadra sono il giallo ed il rosso ed il suo stadio di riferimento è lo stadio Antonio Bianco di Gallipoli. 

Storia del club e prospettive future

Il Gallipoli calcio ha visto la società andare in fallimento per l’ultima volta nel 2010, dopo il trionfo della serie B. Dopo questo evento, il Gallipoli è ripartito dai dilettanti, con il presidente Attilio Caputo nel campionato di promozione 2010/2011. Questa stagione si conclude con il raggiungimento del terzo posto in campionato. Nella stagione successiva, ovvero quella del 2011/2012, la società passa nelle mani del presidente Marcello Barone.

La prima stagione che vede come allenatore Carmine Bray, vede come risultato ancora il terzo posto in classifica nel campionato, dopo Galatina e Manduria. L’anno 2012/2013 è poi un anno di importanti e significativi cambiamenti per il Gallipoli calcio, che decide di rinnovarsi e potenziarsi sotto diversi punti di vista. Prima di tutto viene nuovamente cambiato l’allenatore, ne viene scelto uno giovane e molto propositivo: Antonio Calabro.

Allo stesso tempo anche la squadra stessa si rinnova, divenendo una squadra estremamente giovane, ambiziosa e composta per lo più da calciatori di Gallipoli e salentini. Il Gallipoli in questo modo affronta un buon campionato, posizionandosi al settimo posto e superando in classifica le altre squadre salentine, sfiorando cosi i playoff. Nella stagione 2013/2014 viene riconfermato come allenatore Antonio Calabro.

Durante questo campionato fino alla fine ci sarà dura competizione tra il Gallipoli, Fidelis Andria e Atletico Mola. Il 27 Aprile del 2014 è una data estremamente importante per la storia del Gallipoli; infatti durante l’ultima giornata del torneo, i giallorossi riescono a superare il virtus Francavilla, potendo così finalmente approdare in serie D.

Nella stagione 2016/2017 la squadra si trova a rischio retrocessione, ma viene lasciata nelle mani di un gruppo di tifosi che hanno buoni propositi per la società e che quindi, attraverso il coinvolgimento del territorio nel mondo calcistico, vogliono portare il Gallipoli calcio ad avere nuovi successi e traguardi da raggiungere.