I fiori della Balsamina: cosa sono, utilizzi e come si coltivano

2 mesi ago Valentina Commenti disabilitati su I fiori della Balsamina: cosa sono, utilizzi e come si coltivano

I fiori della balsamina sono molto conosciuti ed utilizzati con svariate finalità, grazie alle loro proprietà che fanno di questi un vero toccasana per diverse tipologie di disturbi. Nei prossimi paragrafi, nello specifico, scopriremo insieme cosa siano questi fiori, con quali finalità vengono utilizzati e come poterli coltivare. 

Cosa sono?

La Balsamina è una pianta che nasce per essere utilizzata per scopi ornamentali, grazie ai suoi bellissimi fiori che per altro, vengono utilizzati per portare diversi benefici al nostro organismo. Si tratta di una pianta originaria dell’Himalaya, che si è diffusa poi in Italia ed in Inghilterra. La balsamina presenta figlie di vario colore ed i suoi fiori, che sbocciano nel periodo tra luglio e settembre,  possono presentarsi nelle seguenti colorazioni: bianco, rosa o rosso screziato.

I loro utilizzi

I fiori della Balsamina, noti come Fiori di Bach, vengono utilizzati per creare una soluzione che può avere diversi effetti benefici sul nostro organismo. Per ottenere questa soluzione, viene estratto un olio dai semi presenti in questi fiori, il quale può essere utilizzato per liberare la nostra mente e allontanare l’ansia, ma può anche essere utilizzato come antinfiammatorio, diuretico e lassativo. Inoltre i fiori di Bach sono anche consigliati per coloro che hanno disturbi come la tachicardia, cervicalgia, acidità e crampi allo stomaco, insonnia e torcicollo.

Per quanto riguarda gli effetti positivi che questi fiori possono avere sulla nostra psiche, questi sono particolarmente adatti per quelle persone che vivono in modo molto frenetico e che per questo vogliono tutto subito, non tollerando alcun tipo di esitazione o di imprevisto. In questo caso i fiori di Bach possono aiutare ad essere meno tesi, più predisposti alle relazioni con gli altri e meno frenetici nei propri ritmi di vita. L’estratto di questi fiori si può acquistare in erboristeria e lo si può assumere quattro volte al giorno. E’ importante che la prima dose venga assunta appena svegli, mentre l’ultima prima di coricarsi. Per assumere questo estratto è necessario diluire in poca acqua quattro gocce di fiori di Bach.

Come si coltivano

La balsamina è una pianta che solitamente si coltiva annualmente, in una serra con una temperatura piuttosto calda, preferibilmente nel mese di Marzo. Per poter crescere, questa pianta necessita di parecchia luce del sole, oltre che di un ambiente caldo ed umido e di un terreno che sia ben drenato. Inoltre, è necessario concimare la balsamina due volte al mese nel periodo della fioritura. Questa pianta non richiedere particolari cure per quanto riguarda i parassiti, in quanto non è soggetta ad averli; ciò nonostante, potrebbe essere utile trovare una medicina adatta a questo tipo di pianta, per avere la totale certezza che questi non si presentino, rovinandola.