Le agevolazioni fiscali per l’avvio delle nuove imprese

2 mesi ago Serena B. Commenti disabilitati su Le agevolazioni fiscali per l’avvio delle nuove imprese

Quali sono le nuove agevolazioni fiscali previste per l’anno 2019 in direzione dell’apertura delle nuove imprese? I nuovi provvedimenti governativi integrano una seri di proposte e agevolazioni soprattutto in direzione delle autoimprenditorialità più svantaggiate, al fine di promuovere la creazione di nuove start-up.

Incentivi per l’autoimpiego dei beneficiari del Reddito di cittadinanza

Nella nuova Legge di Bilancio 2019 sono stati inseriti diversi provvedimenti compreso il sussidio legato al Reddito di Cittadinanza, prevedendo agevolazioni fiscali in caso di avvio di una nuova impresa-attività durante i primi dodici mesi di fruizione del beneficio. Il contributo a fondo perduto potrà essere richiesto dai cittadini sotto l’approvazione del Reddito di Cittadinanza, compreso nei 780 euro massimi messi a disposizione dal sussidio a seconda dei requisiti fondamentali, avviando l’apertura di un’impresa entro 12 mesi dalla prima erogazione.

Il Fondo Italia venture I

Il Fondo Italia venture I riguarda il capitale di rischio di PMI nei confronti degli investitori privati indipendenti ai fini di un accesso agevolato al credito, sostenendo i progetti a sviluppo nel medio e lungo periodo di tempo. Tale agevolazione riguarda la sottoscrizione, l’acquisto, l’erogazione di azioni, obbligazioni e quote, nonché dei titoli rappresentativi del capitale di rischio. Il Fondo Italia venture I si rivolge ai PMI operanti in settori ad elevato potenziale di crescita.

Avvio nuove imprese a tasso zero

L’incentivo Nuove imprese a tasso zero è stato previsto dal Decreto legislativo n. 185/2000 (Titolo I) e dal Decreto 8 luglio 2015 n. 140 dal Ministero dello sviluppo economico e Invitalia, al fine di un sostegno maggiore in direzione della nuova imprenditorialità in direzione di micro e piccole imprese su tutto il territorio nazionale, attraverso le migliori condizioni di accesso alla varie forme di credito. Le quote si rivolgono espressamente ai soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni e alle donne all’interno dell’avvio di piccole e micro imprese, attraverso un finanziamento a tasso zero sotto un importo non superiore al 75 % della spesa ammissibile tramite presentazione della domanda online.

Incentivo SELFIEmployment

L’incentivo SELFIEmployment prevede finanziamenti a tasso zero per l’avvio di nuove imprese di piccole dimensioni promosse da giovani NEET, sotto la gestione del fondo da parte del Programma Garanzia Giovani. I destinatari dovranno presentare un’età massima compresa tra i 18 e i 29 anni aderendo al programma sopra citato, privi di un’occupazione professionale attraverso un percorso di autoimprenditorialità. I finanziamenti prevedono un importo minimo di 5 mila euro fino ad un massimo di 50 mila euro, presentando una domanda tramite i moduli online.