Le grotte italiane più belle da visitare

3 settimane ago Serena B. Commenti disabilitati su Le grotte italiane più belle da visitare

Quali sono le grotte più belle da visitare all’interno del territorio italiano? Le visite guidate alla scoperta delle rocce italiane assume la denominazione di turismo speleologico, all’interno delle quali passeggiare in tutta sicurezza seguendo un percorso accuratamente delineato. Dal nord al sud si dimostrano diverse le cavità naturali dove potersi spingere per una meta vacanziera alternativa, alcune delle quali meno conosciute rispetto ad altre.

Grotte di Toirano in Liguria

Le grotte di Toirano in Liguria, a Varatella in provincia di Savona, comprendono oltre 150 caverne naturali visitabili attraverso percorsi guidati aperte al pubblico dal 1953. Il percorso si estende per 1.300 metri tra stalattiti e stalagmiti terminando con la visita alla taverna del Tanone, spesso utilizzata per concerti ed eventi particolari.

Bus di Tacoi, Gromo in Lombardia

Il Bus di Tacoi viene denominato in lingua dialettale “buco dei gracchi” in riferimento ai nidi dei corvidi che popolavano l’area, consistente in una grotta carsica situata in val Seriana, nel Comune di Gromo, nella regione della Lombardia. Odiernamente la grotta si presenta come un’insieme di miniere inutilizzate attraverso un percorso della durata impegnativa pari a 6 ore di cammino, sotto l’attrezzatura necessaria.

Grotta di Bossea in Piemonte

Un’altra grotta naturale italiana è rappresentata dalla grotta di Bossea nella regione del Piemonte, aperta al turismo dal 1874, estesa per circa 3 chilometri tra andata e ritorno. Il percorso si articola in una serie di canyon scavati nella roccia dal fiume sotterraneo, presentando una ricca varietà di stalattiti e stalagmiti, dove ammirare anche il grande scheletro dell’orso Ursus Speleo, esposto nella Sala del Tempio.

Grotta Gigante, Sgonico in Friuli-Venezia Giulia

La Grotta Gigante a Sgonico, nei pressi di Trieste nella regione Friuli Venezia Giulia, è stata scoperta nel 1840 dimostrandosi da allora una cavità naturale particolarmente visitata dal pubblico, visitabile all’interno di un unico salone alto più di 98 metri dove percorrere anche la scalinata composta da 360 gradini in pietra.

Grotta del Vento, Gallicano in Toscana

La grotta del Vento, a Gallicano nel Parco delle Alpi Apuane, in Garfagnana in provincia di Lucca nella regione Toscana, presenta un percorso articolato da 1 ora di percorrenza minima, fino ad un massimo pari a 3 ore di percorrenza. Oltre ai classici percorsi guidati si potrà optare anche per sentieri alternativi alternando scalinate e arrampicate per i soggetti più esperti sotto la direzione degli speleologi. La grotta presenta un pozzo di 90 metri di profondità e un salone termale.

Grotte di Frasassi, Genga nelle Marche

Le grotte di Frasassi  si trovano nel Comune di Genga, nella regione delle Marche, rappresentando una delle mete italiane più battute con i suoi 13 km di gallerie e sentieri, integrando una gigantesca cavità sotterranea lunga 180 metri, larga 120 metri e alta e 200 metri.