Categorie
Salute

Liquidi sigaretta elettronica: fanno male? Si trovano in farmacia?

La disputa sulla valenza effettiva delle sigarette elettroniche è tuttora aperta, soprattutto a causa del dibattito sul liquido contenuto in esse.

Una ricerca condotta negli Stati Uniti avrebbe evidenziato la comparsa di circa 450 casi di malattie polmonari legate all’utilizzo delle sigarette elettroniche. Ecco perchè una domanda attanaglia la mente di chi usa (o vorrebbe usare) questi dispositivi per provare a smettere di fumare. Il liquido è nocivo? Cosa contiene nell’esattezza?

Liquidi per la sigaretta elettronica: le principali differenze

I tempi in cui si affermava con assoluta certezza che le sigarette elettroniche potessero realmente ridurre il desiderio di fumare senza determinare alcun rischio per la nostra salute, sembrano essere alquanto lontani.

Il mercato della sigaretta elettronica ha esteso negli ultimi anni i propri confini, offrendo alla popolazione dedita allo “svapo”, la possibilità di scegliere tra molteplici varianti di liquidi, che si distinguono tra loro per l’aroma: cookie, vaniglia, menta, frutti di bosco, limone, fragola, cioccolato sono solo alcuni dei gusti possibili. Sebbene questa vasta scelta possa far gola, bisogna chiedersi cosa contengono in realtà i liquidi della sigaretta elettronica.

Quando parliamo di liquido per la sigaretta elettronica dobbiamo, innanzitutto, riconoscere che la differenza sostanziale risiede nel quantitativo di nicotina in esso contenuto. In genere, si parte con una presenza più massiccia (specie per i fumatori accaniti), per poi diminuire pian piano la dose e giungere così alla completa assenza di nicotina, la sostanza che implica la dipendenza dal fumo.

Composizione dei liquidi: ecco cosa contengono

Il dato più interessante, che ci permette di comprendere qualcosa in più circa la nocività o meno dei liquidi della sigaretta elettronica, è dato sicuramente dalla loro composizione. Cosa troviamo all’interno? Un liquido è strutturato in modo da contenere:

• Nicotina (opzionale)
Aroma
• VG, ossia glicerina vegetale
• PG, ossia glicole propilenico
• Acqua demineralizzata

Sia la glicerina vegetale sia il glicole propilenico sono sostanze inserite all’interno dei liquidi, al fine di favorire l’emanazione di vapore della sigaretta elettronica. Non sono, quindi, di per sé delle sostanze nocive per l’organismo.

In effetti, da un’analisi attenta sembrerebbe emergere che, gli unici elementi che possono far scaturire dei dubbi sono gli aromi, sebbene in genere si utilizzino quelli impiegati anche nell’ambito alimentare e la nicotina (se presente).

Soprattutto quest’ultima, infatti, sembrerebbe più o meno nociva, in base alla dose presente nel liquido acquistato. Il problema della nicotina, tuttavia, è tanto vero sia nelle sigarette elettroniche sia in quelle tradizionali.

In linea di massima, si può dire che i liquidi non sono nocivi, se si acquistano quelli certificati dalla Comunità Europea, che ha stabilito linee guida precise per le case produttrici.

Liquidi: possono essere acquistati in farmacia?

Le boccette di liquidi per sigarette elettroniche possono essere acquistati online, negli store predisposti, ma anche nelle farmacie.

Farmacondo, una farmacia online, è stata la prima ad avviare la produzione e la vendita di quattro tipologie di liquidi per sigarette elettroniche, creando dei veri liquidi farmaceutici. Le farmacie che vogliono vendere liquidi devono farne richiesta al Ministero della Salute e attendere la dovuta autorizzazione. Per questo motivo, non tutte le farmacie dispongono di questi prodotti.