Monte dei Paschi di Siena: quotazione e analisi 24 Maggio 2016

1 anno ago Redazione Commenti disabilitati su Monte dei Paschi di Siena: quotazione e analisi 24 Maggio 2016

Pessima giornata, quella di ieri, a Piazza Affari con i titoli bancario sotto pressione ancora una volta. Nel corso degli ultimi mesi, le azioni del comparto bancario italiano non si sono sicuramente distinte per prestazioni brillanti, a cause delle ben note sofferenze che attanagliano il settore. Gran parte del problema è costituito dai crediti deteriorati, ossia ingenti somme di denaro che gli istituti bancari italiani non riescono a recuperare, fatto che incide pesantemente sui bilanci delle banche stesse. A rendere ancora più complicato lo scenario si deve aggiungere l’impatto delle speculazioni finanziarie e le tensioni con le istituzioni europee, che non consentono interventi diretti da parte dello Stato per risolvere la situazione. Banca Monte dei Paschi di Siena è una delle più coinvolte in questo contesto, ed osservando l’andamento storico delle sue azioni si capisce chiaramente quanto sia critica la posizione dell’istituto senese al momento attuale.

Il valore di un’azione di BMPS è attualmente pari a 0,5565 euro, mentre nel giugno del 2014 si attestava ad un massimo superiore ai 10 euro. Sono numerose le vicissitudini alle quali l’istituto è andato incontro negli ultimi 24 mesi, con crolli azionari, riprese, false partenze e nuove cadute. Indicativi sono i dati degli ultimi due mesi: ad aprile di quest’anno, il titolo ha fatto registrare un aumento del 40%, tuttavia dall’inizio del mese di maggio si è verificato un calo del 20%. Questa spiccata volatilità non suscita sicurezza tra gli investitori, e anche quelli che ipotizzano un “rimbalzo” del titolo in virtù di potenziali buone notizie si tengono lontani dai titoli delle banca. In questo periodo, gli istituti bancari tentanto di riconsolidare la loro posizione grazie al recente fondo Atlante, ma ancora non si sono visti dei chiari segnali di ripresa del comparto.

Considerata la presenza di continue oscillazioni del titolo, si consiglia quindi agli investitori di non acquisire azioni, ma di operare con il trading online. Con le opzioni binarie si potranno realizzare profitti cercando di prevedere la direzione delle quote di MPS, sia nelle fasi rialziste che ribassiste; chi volesse invece cimentarsi con la classica compravendita del titolo, aprendo posizioni lunghe o corta a seconda dello sviluppo dei mercati finanziari, potrà scegliere di operare con le piattaforme che usano lo strumento dei CFD.