Mountainboard: cos’è, come si pratica

9 mesi ago Serena B. Commenti disabilitati su Mountainboard: cos’è, come si pratica

All’interno delle varie discipline sportive si trova anche il Mountainboard. Ma di che cosa si tratta nello specifico e quali sono le regole di gioco? In realtà il Mountainboard viene integrato all’interno delle categorie sportive, trattandosi di un gioco da tavola basato sulla disciplina dello snowboard  e del surf. Il Mountainboard è stato ideato grazie alla passione di un gruppo di snowboarders, riscontrando un grande successo mediatico, sulla necessità di poter utilizzare le proprie tavole anche durante il corso dei periodi estivi in assenza di neve.

Storia dello sport e modalità di gioco

Il Mountainboard è rappresentato da una particolare tavola dotata a sua volta di attacchi quali  2 truck e 4 ruote, un mix ibrido tra una realizzazione di uno snowboard e uno skateboard, sotto diverse migliorie dal punto di vista tecnologico e differenze sostanziali rispetto alla versione sportiva invernale. Le dimensioni della tavola da Mountainboard si caratterizzano in 100–120 cm di lunghezza media, sotto uno spessore di circa 1 cm, integrando una camera d’aria e trucks sovradimensionati.

Su ogni tavola da Mountainboard vengono inseriti specifici attacchi sotto forma di alette plastiche, oppure  straps con velcro o cricche, ma anche bindings da snowboard, uniti alla possibilità di poter provvedere all’eventuale inserimento dei freni in rapporto alle discese più pericolose. Gli sportivi che si avvicinano alla disciplina del Mountainboard dovranno sviluppare in anzitutto un certo grado di intuito all’interno dell’esecuzione dei vari movimenti, rimanendo in equilibrio su di una lamina, imparando a padroneggiare situazioni e diversità di terreni.

La disciplina sportiva viene inoltre suddivisa in specifiche categorie quali freestyle, freeride, boardercross, downhill, integrando l’ausilio di una vela da kite, oppure di un’ala da kitewing lasciandosi trainare dalla forza e dalla potenza del vento. Le origini del Mountainboard risalgono agli anni Novanta, dimostrandosi piuttosto recenti, grazie all’idea e alla realizzazione di un gruppo di appassionati di  snowboard e surf delusi dal dover attendere la stagione estiva per allenarsi e gareggiare.

La promozione italiana del Mountainboard viene gestita dalla MIA (Mountainboard Italia Association), istituita nel 2007, in collaborazione con la FIHP, dei maestri ufficiali CONI. All’interno delle discipline si trova la Discesa (Downhill – Freeride) affrontando un terreno erboso; la Freestyle abbinata a diverse acrobazie; la Boardercross – 4Cross consistente nella discesa su specifici tracciati a 4 atleti, la Landkite sfruttante il vento come forza motrice. Il Mountainboard integra un campionato mondiale suddiviso nelle sottocategorie maschili, femminili e juniors e la  Coppa M.I.A italiana disputata a partire dal 2011 sotto l’arrivo di questo sport nel paese.