Risparmiare in vacanza: è possibile? Come si può fare?

3 settimane ago Valentina Commenti disabilitati su Risparmiare in vacanza: è possibile? Come si può fare?

Le vacanze estive sono per molti il momento più atteso dell’anno, durante le quali ci si può dedicare al relax, allo svago e a visitare nuove località. Sicuramente però, per andare in vacanza, bisogna essere in grado di risparmiare durante l’anno e soprattutto, per non spendere cifre esagerate, bisogna saper risparmiare proprio durante il periodo di permanenza presso la località da voi scelta per la vostra vacanza. 

Risparmiare sul mangiare

Uno degli errori più comuni dei turisti che non desiderano tornare a casa dalla propria vacanza con le tasche totalmente vuote, è quello di ostinarsi a mangiare sempre fuori, in ristoranti, bar e locali che sicuramente propongono diversi piatti allettanti, ma che allo stesso tempo fanno spendere parecchi soldi. Se infatti avete organizzato la vostra vacanza con l’intento di non spendere eccessivamente, molto probabilmente avrete optato per un alloggio come un appartamento o un ostello, che mettono sempre a disposizione una cucina. Vi basterà quindi fare la spesa per il periodo della durata della vostra vacanza e preparare i pasti presso il vostro alloggio, riuscendo così a risparmiare notevolmente. Questo non significa che non dobbiate mai togliervi lo sfizio di farvi un pranzo o una cena fuori casa, al contrario, quando si visita un posto nuovo è buona cosa provare la sua cucina locale e le sue specialità in qualche posticino caratteristico. Il consiglio è quindi quello di mangiare presso il vostro alloggio qualcosa che possiate preparare voi stessi e di concedervi un paio di volte, un pasto diverso dal solito, caratteristico del posto in cui state trascorrendo le vostre vacanze. 

Risparmiare sulla spiaggia

Molti turisti, soprattutto le famiglie, quando decidono di trascorrere una vacanza al mare, scelgono di trascorrere le loro giornate in spiagge private, che rispetto alle spiagge libere, hanno un costo e anche non indifferente. Sicuramente la spiaggia privata vanta di una serie di confort che quella libera non può offrire, come comodi lettini ed ombrelloni e cabine per potersi cambiare a fine giornata. Questi confort però vengono pagati dai turisti, talvolta profumatamente, facendo spendere così parecchi soldi del budget previsto per la vacanza. In realtà, l’opzione della spiaggia libera viene spesso sottovalutata, in quanto basta un po’ di organizzazione per far si che anche questa risulti comoda per tutta la famiglia. Basta infatti che i turisti si attrezzino con un ombrellone, che è possibile acquistare a poco in tutte le località marittime, così che possiate trovare un po’ di ombra anche sulla spiaggia libera. Inoltre, per coloro che volessero stare ancora più comodi, è possibile portare in vacanza delle sedie pieghevoli, che occupano poco spazio ma che possono risultare molto utili per coloro che trascorrono le giornate in spiaggia.

Risparmiare sui souvenir

Quando si va in vacanza, un pensiero va sempre ai parenti ed agli amici lontani, ai quali si desidera acquistare un piccolo souvenir tipico del posto in cui vi trovate. Per quanto riguarda proprio i souvenir, se non volete spendere eccessivamente, è sconsigliato acquistarli proprio nei negozi di souvenir e gadget, in quanto in essi i prezzi sono più elevati. Gli stessi souvenir caratteristici e molto particolari, li potrete infatti trovare nei mercatini e nei mercati locali a prezzi decisamente ridotti. In questo modo riuscirete ad accontentare amici e parenti con un pensiero carino, senza dover spendere cifre eccessive.