Scommesse sportive mondiali, l’Italia al top anche senza gli Azzurri

3 mesi ago Redazione online Commenti disabilitati su Scommesse sportive mondiali, l’Italia al top anche senza gli Azzurri

Nonostante la mancanza degli Azzurri al Mondiale di Russia 2018, una mancanza che si è fatta certamente sentire, le scommesse sportive durante questo importante evento hanno registrato una grandissima impennata anche nel nostro Paese. 

Secondo diverse fonti, questa è stata in assoluto la prima Coppa del Mondo live betting: vale a dire la prima in assoluto durante la quale è esplosa la febbre del gioco online, grazie al moltiplicarsi di siti e app per scommettere, è nata una vera e propria corsa a trovare il miglior sito di scommesse sportive online. Neppure il fatto che l’Italia non abbia partecipato alla competizione ha distolto gli appassionati delle scommesse sportive online dal mettersi in gioco a loro volta per puntare sulle squadre vincenti. Anzi, nell’ultimo periodo nel settore si è registrata una vera e propria impennata di giocate, segno della passione mai scalfita degli italiani per il calcio.

Inoltre, le competizioni sono state quanto mai agguerrite e mai scontate, per cui le scommesse sono fioccate dagli smartphone e dai siti come non mai. 

Così, mentre si festeggia il ventennale dell’introduzione delle scommesse sportive in Italia, il trend delle scommesse sale vertiginosamente soprattutto per quanto concerne il calcio. E non potrebbe essere altrimenti, posto i Mondiali che si sono svolti in questi giorni. 

Il settore sembra non conoscere alcuna crisi, anzi, si è ulteriormente rinforzato da quando è possibile accedere alle scommesse online anche semplicemente scaricando un’app sul cellulare, e gestire tutte le scommesse direttamente dallo smartphone, ovunque ci si trovi ed in qualsiasi momento. Il record delle giocate si è registrato proprio in queste ultime settimane, in concomitanza del mondiale in Russia.

In Inghilterra le cose vanno più o meno come in Italia: si sono giocate 2,5 miliardi di sterline. In Italia, complice probabilmente il fatto che gli Azzurri non partecipano al mondiale, circa 270 milioni di euro sono stati spesi in scommesse. Ma anche in Italia si sta instaurando sempre di più una certa cultura del gioco d’azzardo, soprattutto nello sport e neanche a dirlo in relazione al calcio, il più amato degli sport in tutta Italia. 

Dopo che si è concluso il Mondiale, le scommesse sono ovviamente diminuite, in quanto non vi sono altri grossi eventi sportivi in corso, ma la febbre da scommesse non si ferma mai. Infatti, la corsa al Pallone d’Oro prosegue, ed altrettanto incessantemente, la passione degli italiani per le scommesse di altri sport oltre il calcio, come l’ippica, il basket, il tennis e, negli ultimi tempi anche le scommesse virtuali.

Dunque, il mondo delle scommesse in Italia non si ferma mai e sembra non avere alcun limite, soprattutto quello inerente al mondo del calcio, neppure quando la squadra del proprio Paese non partecipa alla massima competizione calcistica.