Categorie
Scienza e Tecnologia

Servono per l’irrigazione nei campi: come funzionano le pompe? Che caratteristiche hanno?

Le irrigazioni nei campi, orti e giardini, sono un’arma di difesa contro la desertificazione. Oggi sono molte le aziende agricole che sono consapevoli che proprio gli impianti di irrigazioni sono in grado di dispensare l’acqua nei periodi di siccità.

Una curiosa ricerca australiana, ha classificato che se ogni utente, ovviamente in riferimento alla propria Nazione, avrebbe un impianto di irrigazione, la desertificazione verrebbe bloccata entro 460 giorni. Sarebbe curioso conoscere quello che potrebbe capitare in Italia.

Tornando a parlare degli impianti di irrigazione, la parte fondamentale da scegliere con attenzione, è la pompa di irrigazione. Tramite la pressione che essi esercitano riescono poi a garantire un buon gettito di acqua.

Diversità di pompe e diffusori

Ogni pompa di irrigazione ha un suo gettito che aiuta poi la forma di pioggia o rilascio di acqua. Sono state studiate e sviluppate per cercare anche di apportare dei benefici per aiutare la crescita delle piantine o di limitare i ristagni di acqua. Dunque la scelta di una pompa è effettivamente importante.

Le tipologie di pompa sono:

  • Autoadescanti, modello AGA
  • Pompe Sommerse, modello IDROGO
  • Pompe Sommergibili, modelli OPTIMA. DW VOX

Queste sono alcune delle tipologie migliori. Possedendo un pozzo o anche una falda acquifera nel proprio terreno, è preferibile avere delle pompe sommerse e sommergibili che riescono a resistere all’acqua. Esse riescono a recuperare l’acqua utile per l’irrigazione.

Portata dei litri di acqua da usare

Nella scelta della pompa di irrigazione, si deve prendere in considerazione quale sia la portata, cioè la quantità di acqua da recuperare, e anche la pressione.

Tanto per fare degli esempi, anche per capire il loro funzionamento, un utente che deve irrigare 500 metri quadri, ha bisogno di una buona potenza energetica. La pompa deve poi riuscire a recuperare una quantità di litri che sia almeno di 1000 litri, cioè un 2 litri a metro quadro. Una portata minima. In base alla tipologia di utilizzo o di terreno che si deve irrigare è necessario che ci sia un buon calcolo dei litri utili.

Pressione della pompa da irrigazione

Altro punto importante che si deve controllare sulla pompa di irrigazione, prima di comprarla, è la forza di pressione. Questa deve essere importantissima perché altrimenti non è possibile spingere poi l’acqua in tutta l’estensione del terreno.

Naturalmente fatevi comunque assistere da parte di un rivenditore che potrà aiutarvi ad avere una pompa di irrigazione che sia quella adatta alle vostre necessità.