Categorie
Scienza e Tecnologia

Telegram vs WhatsApp: confronto, quali sono le differenze?

Definire esattamente quale tra le due app, Telegram o WhatsApp, sia la migliore è davvero difficile se non addirittura impossibile. Entrambe le app infatti nascono come app di messaggistica e nonostante abbiano diverse caratteristiche comuni, ve ne sono delle altre che le distinguono in modo piuttosto netto.

Sicuramente WhtsApp ha un numero di utenti molto più elevato rispetto a quello di Telegram, ma ciò nonostante, Telegram vanta determinate caratteristiche e vantaggi che non si possono trovare su WhatsApp. Nei prossimi paragrafi cercheremo di fare chiarezza sulle principali differenze tra queste due app di messaggistica, mettendovi nelle condizioni di capire quale sia la più adatta a voi ed alle vostre esigenze.

Numero di utenti

Come abbiamo già precedentemente accennato, WhatsApp rimane senza ombra di dubbio l’app di messaggistica maggiormente utilizzata in tutto il mondo e proprio per questo, conta sicuramente un numero di utenti molto più elevato rispetto a quello di Telegram.

Modalità di accesso

Una grande differenza tra WhatsApp e Telegram è costituita dall’accesso a queste due App. Accedere a WhatsApp infatti è estremamente semplice in quanto basta scaricare l’App sul proprio dispositivo e connetterla al proprio numero di telefono. Il problema si pone però quando volete cambiare dispositivo, poiché in quel caso dovrai rimuovere il tuo account WhatsApp sul dispositivo che non vuoi più utilizzare, per poterlo riconfigurare sul nuovo dispositivo. Questo accade poiché l’utilizzo di WhatsApp è strettamente legato alla presenza di una sim; mentre per utilizzare Telegram basta avere un Usurname da abbinare al proprio numero di telefono. Questo rende possibile accedere e utilizzare Telegram da qualsiasi dispositivo, senza dover creare un nuovo account.

La sicurezza

Anche per quanto riguarda i sistemi di sicurezza, le due app ne utilizzano due differenti tra loro. WhatsApp nello specifico, ha di recente introdotto la crittografia end-to-end in seguito a diverse critiche riguardanti la privacy delle chat. Con l’introduzione della crittografia si è avviato un meccanismo per il quale il messaggio viene criptato all’invio e decriptato nel momento della ricezione. In questo modo solo colui che invia e colui che riceve il messaggio può avere accesso a quest’ultimo. Il sistema di sicurezza utilizzato da Telegram invece è un sistema a doppia crittografia, chiamato Client-Server e Client-Client. Il secondo viene impiegato soltanto per la sicurezza di chat segrete, mentre nel primo caso i messaggi vengono memorizzati sul cloud dell’app di messaggistica.

Cloud

Anche per quanto riguarda la memorizzazione dei contenuti inviati e ricevuti, Telegram e WhatsApp funzionano in modi differenti. Telegram infatti per fare ciò utilizza il Cloud e utilizza il database locale solo per alcuni di questi contenuti, che volendo possono essere automaticamente cancellati ogni settimana, piuttosto che ogni mese. WhatsApp invece salva tutti i contenuti inviati e ricevuti sulla memoria locale e se la si vuole liberare, bisogna farlo manualmente perché non viene fatto in modo automatico. Se invece desideri salvare dei messaggi di WhatsApp o dei file inviati o ricevuti, puoi effettuare un backup periodico ogni settimana o ogni mese, tramite ICloud o Google Drive.