Categorie
Sport

Terracina calcio: storia, stadio, info e curiosità

Per gli amanti del calcio che conoscono questa squadra, ma che vorrebbero scoprire più nel dettaglio la sua storia e alcune curiosità che la riguardano, nei prossimi paragrafi parleremo proprio di questo, affinché possiate avere un quadro completo di questa squadra calcistica dai suoi esordi fino ad oggi.

Storia e curiosità

La squadra Terracina nasce nel 1925 e durante il corso della sua storia, cambia numerose volte il suo nome e assume quello attuale nel 2014. Il vero successo arriva per la squadra però nel 1966, quando riesce a raggiungere le Interregionali ed ad arrivare in serie D. La squadra ha poi subito invece una fase caratterizzata da perdite e fallimenti tra il 2005 ed il 2010, a causa di una cattiva gestione tecnica e della società.

La squadra in ogni caso in un secondo momento è riuscita a risollevarsi, nonostante fosse rimasta profondamente segnata dai fallimenti degli ultimi 5 anni, grazie ad una vera e propria rinascita della società, sotto il nome di Unione Sportiva Terracina. Dal 2014 poi la squadra assume il nome di Terracina Calcio 1925, ma purtroppo questa stagione calcistica non segnerà grandi successi. Infatti la squadra, per problemi di tipo economico, non ha potuto presentarsi a Nuoro in Sardegna, perdendo così la partita a tavolino.

Nella stagione seguente la situazione economica del Terracina calcio era purtroppo rimasta invariata, ma si poteva comunque guardare con fiducia e positività al futuro di questa squadra, in quanto il club dei suoi tifosi aveva aperto un fondo per creare un nuovo Club, che nel 2015 ha permesso così la nascita dell’A.S.D. Città di Terracina, che viene iscritta la campionato di terza categoria.

Lo stadio

Lo stadio di riferimento di questa squadra è lo stadio Colavolpe di Terracina, che ha alle sue spalle una storia parecchio travagliata. Questo infatti a causa della sua scarsa sicurezza, è stato per molti anni chiuso, tanto è vero che per chi lo ha visitato in quel periodo non era altro che un suolo abbandonato, con erba altissima, dove vi era sporcizia e spesso diventava teatro di saccheggi. La squadra calcistica ha quindi dovuto superare oltre che il fallimento in ambito calcistico, anche quello del proprio stadio, che però fortunatamente nel 2007 è stato rimesso a nuovo e riaperto.