Categorie
Economia

Tutto quello che c’è da sapere prima di investire in Nvidia

Recentissima è la notizia dello schizzo in Borsa verso il rialzo di Nvidia che guadagna un 7,76%. Questo è dovuto principalmente all’acquisto del famoso chipmaker americano di Arm, l’azienda britannica di Cambridge che progetta chip principalmente indirizzati al mercato dei dispositivi mobili (si parla addirittura di un 90% di microchip targati Arm utilizzati da questo tipo di device).

La conseguenza naturale di questa mossa strategica e dell’avanzamento in Borsa si è rivelato naturalmente un durissimo colpo per la Intel, storica competitor del settore.

Non sorprende quindi se oggi si stiano chiedendo se non sia proprio questo il momento di comprare azioni Nvidia e puntare sul suo avanzamento nel mercato dell’elettronica e di conseguenza nel mercato azionario, così come sembrano anticipare gli eventi di questi ultimi giorni.

Per procedere quindi nel capire se e come investire i nostri sudati risparmi nel progetto targato NVIDIA Corporation, cominciamo col conoscerne la storia.

Nvidia: La Storia

“Nvidia” non è un nome scelto a caso, anzi, al contrario: questo è stato scelto proprio per l’assonanza riscontrabile anche in italiano col termine “invidia”. Nello specifico, il nome si rifà allo spagnolo “envidia”, poiché la pronuncia inglese di Nvidia è praticamente identica.

L’azienda nasce nella culla di tutte le aziende leader del settore elettronico e tecnologico, la California, grazie al trio formato da Jen-Hsun Huang, Chris Malachowsky e Curtis Priem. Furono loro tre a fondare nel gennaio del 1993 la compagnia che vide il suo primo boom avvenire a cavallo tra il 1997 e il 1998 grazie a una gamma innovativa di processori grafici per PC RIVA.

Fu così che nel gennaio del 1999 fu quotata in borsa al Nasdaq col titolo NVDA.

Nvidia: Come Investire

Viste l’evoluzione e la crescita incredibile che la società californiana ha visto negli ultimi 20 anni, non c’è da sorprendersi se anche voi siete tra quelli che stanno ponderando l’idea di poterci investire e guadagnare qualcosa grazie al colosso produttore di processori grafici, schede madri e compagnia elettrica cantando!

Per fare ciò e cominciare a investire sulla sua quotazione di mercato, avremo fondamentalmente due possibilità. La prima è relativa all’investimento diretto, il quale ci permetterà di assumere una fetta azionaria direttamente proporzionale a quanto investiamo materialmente in esso. Ciò ovviamente prevede un capitale di entrare non indifferente, mentre per quanto riguarda il peso azionario si parla di investire cifre veramente da capogiro se si vuole avere una certa rilevanza come soci azionisti. Inoltre, il nostro guadagno sarà sempre legato alla crescita in borsa del titolo NVDA: nel momento in cui esso andrà in rosso, i nostri capitali investiti andranno in fumo insieme a tutto ciò che è stato guadagnato fino a quel momento.

La seconda possibilità invece proviene dal mondo di internet e dei broker online. Grazie ad essi infatti, potremo facilmente investire sul titolo finanziario di Nvidia e guadagnare grazie ad esso non soltanto nel caso in cui questo salga di quotazione: utilizzando un prodotto finanziario derivato chiamato CFD (Contract For Difference) sarà infatti possibile scommettere anche su un’eventuale caduta del titolo in borsa a seconda del caso e del momento storico, e guadagnare su questa scommessa.

Nvidia: A Cosa Fare Attenzione

Ciò di cui avremo bisogno quindi sarà di trovare un broker online certificato in grado di garantire una serie di cose, in primis commissioni basse o addirittura assenti, nonché un’assicurazione di tipo legale legata a tutti quei certificati e licenze che permettono a un broker online di poter operare sul nostro territorio (vedi autorizzazioni CONSOB e CySEC).

Se poi siamo dei completi neofiti del mercato azionario e del trading online, molti broker online permettono ai propri utenti di creare conti demo gratuiti per poter praticare e diventare dei novelli trader online senza dover investire denaro reale. Ciò ci permetterà di prendere confidenza con la piattaforma di trading online prescelta senza doversi preoccupare troppo di perdere soldi o fare azioni sbagliate in generale.

Detto ciò, ricordiamoci sempre di investire in maniera prudente e oculata: il trading online rimane pur sempre un azzardo finanziario capace di annullare in un attimo tutti i nostri guadagni e capitali fino ad allora investiti nell’arco di pochissimo tempo, senza la possibilità di poterli recuperare in alcun modo.