Categorie
Notizie

Tv addio: gli italiani preferiscono internet e lo streaming

Il caro e vecchio tubo catodico si appresta, ormai, ad andare in soffitta. Il trend è chiaro ed evidente ormai da diversi anni: sempre meno persone si siedono sul proprio divano o poltrona per guardare la televisione, che sino ad un decennio fa rappresentava, di fatto, un momento in cui la famiglia si riuniva per assistere a film, varietà o eventi sportivi.

L’evoluzione tecnologica, però, ha portato ad un radicale cambiamento nella vita delle persone. Basti pensare, ad esempio, alla possibilità di prenotare una visita medica tramite internet, piuttosto che un volo o, perché no, scegliere una escort Torino per trascorrere qualche ora di piacevole relax. Tutte comodità che solo pochi anni fa era inimmaginabile disporre e ora, invece, sono diventate concrete realtà.

Cinema e serial: lo streaming li ha resi ancor più popolari

Il sorpasso di internet nei confronti della televisione, di conseguenza, era inevitabile ed ineluttabile. E questo nefasto 2020, ne ha sancito, con ogni probabilità, il definitivo predominio. Durante i mesi del lockdown, anche quei soggetti che, per ritrosia, pigrizia o “ignoranza”, non avevano ancora approcciato al mondo dello streaming, hanno potuto apprezzare quanto sia comodo ed estremamente rilassante sfruttare le piattaforme OTT presenti sul web.

E l’esempio più calzante, in tal senso, è offerto delle pellicole cinematografiche e dai serial. La visione di un film in televisione, ad esempio, impone di dover stare davanti ad uno schermo per almeno un’ora e mezza – come ben sanno gli abbonati della più nota pay-tv italiana – senza poter far altro, onde evitare di perdere una scena o la trama del film che si sta guardando, impossibilitati di poter bloccare la visione dell’evento come avviene, invece, nei portali di streaming on-demand.

I serial sono, con ogni probabilità, il motivo per cui moltissimi italiani hanno virato verso lo streaming a danno della vecchia e cara televisione. In alcuni portali on-demand, infatti, è possibile gustarsi la serie tutta d’un fiato, dal primo all’ultimo episodio, senza dover attendere la visione dell’episodio successivo dopo una settimana. E con la grande possibilità di poter arrestare e poter riprendere la visione della serie in qualsiasi momento.

Streaming on demand: gossip per le donne, sport per gli uomini

Una immediatezza che è stata particolarmente gradita durante il lockdown, dove moltissimi italiani si sono immersi nella visione di svariate serie televisive e hanno sancito il definitivo successo di alcune piattaforme OTT, Netflix in testa, che hanno fatto registrare un sensibile aumento del numero degli abbonati e del proprio fatturato. Un successo, oltretutto, che è rimasto intatto nel corso del tempo: non si registra alcun calo di abbonati a diversi mesi, ormai, dal primo rigido lockdown al quale si sono dovuti sottoporre i cittadini di tutto il mondo.

Se il cinema e le serie televisive sono le predilette da chi usufruisce dell’entertainment online on-demand, al secondo posto troviamo i documentari, a testimonianza di come Internet sia stato in grado non solo di fornire momenti spensierati e di assoluto svago, ma sia riuscito ad accrescere la cultura generale di moltissimi individui. Ad amare questo genere, oltretutto, sono i ragazzi più giovani, quelli che, nati nell’era del boom tecnologico, sono stati i primi a sfruttare le potenzialità della visione dei contenuti in streaming.

Nel genere femminile, invece, risultano molti graditi i programmi di gossip che, non di rado, si possono trovare saltando qua e là sul web. La cronaca rosa, grazie anche al fenomeno dei social influencer e blogger, è diventata ancor più ricca rispetto ad un tempo, quando era appannaggio, perlopiù, di calciatori e veline. Nel mondo maschile, invece, sta riscuotendo un crescente successo la possibilità di gustarsi eventi sportivi in streaming, talvolta anche a distanza di diverse ore dall’orario in cui sono stati trasmessi.