Il “braccio lungo” dei mercati regolamentati: i fornitori di giochi

5 mesi ago Redazione Commenti disabilitati su Il “braccio lungo” dei mercati regolamentati: i fornitori di giochi

Il mondo del gioco d’azzardo pubblico, e quindi lecito, ha “necessità assoluta” di ogni collaborazione per arrivare a far rispettare i regolamenti e le norme in essere in modo da rendere questo settore sempre più sicuro, legale ed in grado di offrire sempre più sano divertimento ai propri “adepti”. È un compito difficile quello di tenere “sempre le fila tirate” e rendere consapevole ogni componente del palcoscenico del gioco e dei migliori casino online che è un “pezzo importante del puzzle” che compone questo mondo.

Ognuno deve avere le proprie responsabilità: anzi, queste devono crescere insieme allo sviluppo del prodotto gioco, così tanto amato e così pure tanto odiato e discusso. Ecco che si viene a parlare in queste righe di “Rischi e sfide quando si alvora nei mercati regolamentati” fulcro attorno al quale si svolgerà IMGL Masterclass, che richiamerà a sé i migliori nomi dell’industria che discuteranno di tutte le sfide che affiliati, operatori e piattaforme devono affrontare quando si lavora in mercati regolamentati.

La legge ed i regolamenti dovrebbero servire ad avere “una vita produttiva e commerciale” più serena e tranquilla, ma seguire il suo percorso è estremamente complicato e difficoltoso, sopratutto nel mondo del gioco d’azzardo, così avvincente ma anche così discusso e che cela, a volte, qualche “tranello”. In questo evento, che si terrà nel prossimo mese di marzo a Vienna il 20 ed il 21, si parlerà a lungo ed in modo alquanto approfondito di responsabilità.

Prima di tutto, bisogna prendere atto che i giochi online, per svariati motivi, continuano nella loro crescita esponenziale ed, ovviamente, non rispettano “i confini territoriali” e non vi è chi non veda che cercare di fermare l’offerta di questo segmento del gioco è come trattenere le maree! Con tutte le forze legali possibili si sta cercando di mantenere gli operatori illeciti al di fuori da questo mercato e limitare l’offerta del prodotto usando tutte le misure possibili per far rispettare il regolamento del gioco.

Sono in funzione “liste nere” degli operatori “cattivi”, si penalizzano i giocatori, si mette in atto il blocco ISP come anche misure di blocco dei pagamenti e di affiliazione. Ma non sembra mai abbastanza per fare in modo che tutto si svolga con la massima serenità, sicurezza e trasparenza. I regolatori di gioco, quindi, hanno rivolto il loro obbiettivo verso l’industria che fornisce software per essere aiutati nel controllo delle leggi sul gioco: ai fornitori di piattaforme di gioco è stato richiesto di monitorare il traffico sulle loro piattaforme e bloccare gli operatori senza licenza (famigerati traffico.com).

È stato anche suggerito, da parte di un regolatore, che i fornitori di gioco e di casino online siano ritenuti responsabili per i reati commessi da operatori senza licenza che utilizzano la piattaforma dello stesso fornitore. E questo ritenendo responsabili gli stessi fornitori di fornire i propri prodotti solo a chi ha una regolare autorizzazione e di “ergersi”, quindi, a “braccio esteso dei regolatori” per far rispettare le normative vigenti. Ma i fornitori possono essere ritenuti responsabili dei reati commessi dagli operatori? E questo colpirà conseguentemente anche l’industria di affiliazione?
Tutte le strade… portano all’obbiettivo di avere un gioco sempre più sicuro e legale e si vedrà se in questo evento verranno soddisfatte tutte queste domande posto che i relatori sono personaggi alquanto rinomati e visto che IMGL Masterclass è importante a livello internazionale.