Sempre più richiesti online gli aromi per sigarette elettroniche

Nel corso degli ultimi anni si è assistito a una diffusione sempre maggiore delle sigarette elettroniche sul mercato.

La maggiore richiesta di e-cig ha determinato un incremento di vendite importante anche di tutti gli accessori indispensabili per assicurare un’esperienza di svapo ideale, come per esempio gli aromi, per cui la richiesta risulta particolarmente elevata soprattutto online, grazie all’ampia scelta messa a disposizione dai migliori portali e-commerce del settore.

Tutti gli aromi delle sigarette elettroniche

Gli aromi per le sigarette elettroniche sono generalmente di tipo alimentare e si possono vaporizzare in modo del tutto sicuro. A seconda di cosa si preferisce è possibile scegliere fra una vastissima gamma di gusti; in seguito, basta diluire l’aroma scelto versandolo all’ interno della base neutra avendo cura di rispettare il dosaggio consigliato dal produttore.

Viene fatta una distinzione generale tra aromi freschi, fruttati, cremosi o tabaccosi. Alla prima tipologia appartengono tutte quelle fragranze che lasciano in bocca una sensazione di freschezza, come la menta e la liquirizia, mentre i cremosi sono contraddistinti da un gusto morbido e goloso. La nota gourmand che li caratterizza ricorda spesso i sapori dolci più famosi, come il caramello e la cheesecake.

Il gusto fruttato, invece, contiene molecole che profumano di cocco, di mango, di arancio, di frutti rossi, mentre la categoria dei tabaccosi è quella che più ricorda il gusto delle sigarette tradizionali.

È possibile anche combinare i vari gusti fra loro in modo da creare la propria miscela personale. È consigliabile fare delle prove perché potrebbe volerci un pochino prima di trovare il perfetto mix tra gli ingredienti.

La base neutra

La base neutra nella quale viene disciolto l’aroma, invece, è composta da un mix di glicerina vegetale, di acqua distillata, di glicole propilenico e, eventualmente, di nicotina.

La glicerina è un derivato delle piante inodore e insapore mentre il glicole è un composto chimico ampiamente usato dall’ industria farmaceutica e cosmetica: la miscela di queste sostanze secondo proporzioni variabili costituisce la base dentro la quale viene disciolto l’aroma.

Per quanto riguarda la nicotina, il suo uso è a discrezione della persona e non è obbligatoria. Di solito chi è passato alla sigaretta elettronica per smettere di fumare trova che aggiungere un po’ di nicotina sia utile per avvertire meno lo stacco.

L’acqua distillata, invece, serve per conferire maggior liquidità al composto che altrimenti sarebbe troppo vischioso per poter essere vaporizzato.
La sigaretta elettronica come aiuto per smettere di fumare
Spesso risulta molto difficile smettere di fumare, soprattutto se si interrompe in modo improvviso. Per questo motivo negli ultimi anni ha preso sempre più piede l’idea di un abbandono meno traumatico al fumo, attraverso l’uso della sigaretta elettronica.

In molti casi il fumatore realmente intenzionato a smettere di fumare può avere bisogno di un sostegno psicologico legato alla ritualità del gesto. In occasione di un recente convegno dedicato all’ uso dell’e-cig come strumento di riduzione del rischio a cui hanno partecipato diversi esperti e professionisti sanitari italiani, è stata messa in luce l’importanza di questo strumento per liberarsi dal fumo tradizionale.

Alcuni studi, come quello realizzato dall’ Institute Pasteur di Lille, hanno dimostrato che il fumo di sigaretta elettronico consente di inalare meno sostanze tossiche in quanto non è presente la combustione del tabacco; almeno un italiano su quattro utilizza l’e-cig come metodo per smettere di fumare del tutto, con una conseguente diminuzione del rischio per la salute. Il vaping rappresenta, quindi, un’alternativa alla sigaretta molto meno dannosa in quanto non contiene tabacco riscaldato.