Giardini Majorelle: dove si trovano? In quale periodo è meglio visitarli?

Creati nel 1924 da Jacques Majorelle, pittore stabilità a Marrakech, i giardini Majorelle sono diventati famosissimi, in tutti il mondo.

Luogo turistico visitato da milioni di turisti al mondo, non tutti conoscono quale sia la bellezza di questo luogo, ma cerchiamo di parlare della sua storia e del perché visitarli. In realtà, i giardini di Majorelle, erano una fonte di ispirazione per il pittore che poi li ha creati e curati. La bellezza naturistica era realmente intatta.

Solo nel 1947 iniziarono ad essere apprezzati e aperti al pubblico. La qualità e quantità delle piante lo rendevano un luogo unico nella città di Marrakech. Il pittore studiò diverse angolazioni degli scorci in modo che essi sembrassero delle tele viventi. Questo è uno dei fascini maggiori che si hanno in questi giardini.

L’oasi verde e l’edificio blu

Tante le varietà di piante e fiori che si trovano nei giardini Majorelle, ma ad attrarre particolarmente l’attenzione sono le oasi verdi, che sono alternate da laghetti e fontane di grandi dimensioni, e il famoso edificio blu.

La struttura architettonica e molto particolare, come la sua colorazione che sembra confondersi con il cielo, ma che riesco a valorizzare il verde di cui è circondata. Tutto è studiato nei minimi particolari, perfino il viale che porta all’entrata principale è dello stesso colore della terra, in modo da confondersi. Mentre l’edificio è di un blu intenso che si integra direttamente con l’acqua della grande fontana che ha di fronte.

Proprio questi ambienti sono quelli maggiormente fotografati e che vanno anche ad essere i più visitati a livello turistico.

Perché sono famosi i Giardini Majorelle?

C’è da chiedersi come mai i giardini Majorelle sono famosi e diventano una delle mete preferite dai turisti che visitano Marrakech.

Parliamo di un luogo che ha un suo fascino, ma di una ricca storia. Intanto ha una collezione botanica tra le più variegate al mondo, di conseguenza è possibile trovare anche delle specie di piante che sono “aliene” alla macchia di vegetazione tipica di questo territorio.

Nella sua storia ci sono nomi importanti che hanno avuto la proprietà diretta. Prima il pittore francese Jacques Majorelle, poi venne acquistata da Yves Saint Laurent. Ad oggi essi sono visitabili e aperti al pubblico.

Periodo migliore per visitare i Giardini Majorelle

Il periodo migliore per visitare i giardini Majorelle è da ottobre ad aprile. Questo perché c’è un clima molto mite, particolarmente piacevole. In estate piena il clima è molto intenso e questo provoca diversi malesseri e non si gode direttamente il paesaggio.

Inoltre questi mesi sono quelli dove sono aperti i musei che sono all’interno del giardino.